top of page
  • Immagine del redattoreredazione062

Il potere aggregante della voce

Anche il festival Tuttestorie, uno degli appuntamenti più importanti dell'anno, ha aderito alla rete di "Io leggo ad alta voce". Come negli altri appuntamenti che hanno scandito questo anno di letture, anche a Cagliari la formazione tenuta da professionisti - in questo caso Alfonso Cuccurullo - si è accompagnata a eventi destinati al pubblico.

Il passaggio dalla formazione in presenza alla prassi è avvenuto in piazza Blablà, quando famiglie in transito hanno potuto ascoltare le insegnanti lettrici.


Ecco così che in "Segreto di famiglia", le insegnanti che hanno partecipato al progetto sono diventate delle vere e proprie "spacciatrici di storie" e hanno condiviso una serie di albi e storie che parlano di famiglia, confrontandosi con un pubblico in transito che si è fermato per ascoltare, scoprendo il piacere di un ascolto collettivo, trasversale alle età.

Il progetto "Io leggo - ad alta voce", curato dall’Associazione Scioglilibro, è vincitore del

Bando Cepell 2020. Tuttestorie è partner del progetto assieme ad altri festival letterari, professionisti e realtà locali (scuole, biblioteche, musei e teatri) che hanno valorizzato la lettura ad alta voce come prassi formativa costante, grazie ad autori, attori, formatori, editori specializzati nell’accessibilità e nella comunicazione.


La redazione di qualcunoconcuicorrere

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page